venerdì 11 luglio 2014

Quando la mancanza di sonno si fa sentire...

Quando la mancanza di sonno si fa sentire, capitano cose strane. Dimentico l'acqua che bolle sul fuoco e vado a fare la doccia, perdo gli oggetti che avevo in mano fino ad un'attimo prima, ringhio con mio marito che mi guarda senza più riconoscermi e capita anche che trascuri anche le cose a cui tengo di più...

Sono quasi quattro mesi che mi sono scordata cosa vuol dire dormire più di 4 ore di seguito e che se alle 3 del mattino vengo svegliata da pianti e sospiri mi reputo fortunata e quindi, nonostante adori il mio Topolino Federico, ho dovuto mettere da parte le mie passioni...

Non tiro più fuori i miei ferri del mestiere per mettermi a creare qualcosa (sarebbe impensabile in una casa dove già regna il caos così... con pannolini, vestitini, giochini, ...ini, ...ini, in giro), ma non ho neanche più la forza alle dieci di sera di accendere il pc e sfogarmi con il mio blog e curiosare tra i vostri.

So che voi ci siete ancora, pronti a darmi una parola di conforto e di incoraggiamento, ma mi mancate! E sono in debito con quelle di voi che mi hanno scritto e io non sono ancora riuscita a rispondere.

Ma spero che nelle prossime settimane io riesca a realizzare almeno uno di quei progetti che mi passano per la testa, per rendere questo blog più interessante e più creativo.

Quindi ho una sola richiesta per voi: non abbandonatemi proprio ora, perchè ci sono grossi progetti in piedi, alcuni che vi coinvolgeranno :-)

Nel frattempo mi godrei questo thè alla menta che arriva direttamente dal Marocco, che ho preparato per riprendermi, se non sentissi già piangere nella stanza affianco... Arrivoooooo amore mio!

Ci riproverò domani... sia con il thè che con il blog!

A presto
Alessandra

7 commenti:

  1. Forza, verranno tempi migliori! ^_^

    RispondiElimina
  2. Dai tesoro, dicono che questo insieme ai primi dentini sia il + difficile..poi è tutto in discesa ^_*
    Forza e coraggio che anche a noi manchi tantissimo ^_^

    RispondiElimina
  3. e si... è duretta!

    Edoardo ha iniziato subito a tirare dalle 10 di sera alle 4 del mattino (che è tantissimo!) e poi addirittura fino alle 6 del mattino!

    Comunque io non dormivo in ogni caso perchè lo controllavo continuamente.

    Quindi lui ronfava beato e io avevo gli occhi a panda con delle belle borse che non ti dico.

    RispondiElimina
  4. Non ho figli ma... caspiterina, penso che soprattutto i primi tempi siano quelli più duri, ma forza!!! Le mamme, e quindi tu, hanno delle strarisorse proprio per questi momenti ;D
    un grande bacione

    RispondiElimina
  5. Il tuo blog è bellissimo, penso che nessuno ti abbandonerà. Anzi io inizio a seguirti.
    Se hai un attimo, passa a vedere il mio blog: c'è anche una sorpresa fresca, fresca. Auguri!

    RispondiElimina
  6. Tesoro ....è dura , lo so.....A quell'età i bambini ci assorbono completamente , sconvolgono i nostri ritmi sonno veglia ...che diventano quasi solo una veglia e tutto il resto passa in secondo piano , perchè proprio non si riesce a far altro. Ma non temere...crescerà...e poi vedrai , questi periodi che adesso ti sembrano difficili , con glia anni , ripensandoci , li ricorderai come i più belli della tua vita !!!! Un grandissimo abbraccio e tanti bacini al tuo tesoro !!! Mirtilla

    RispondiElimina
  7. ciaoo!! nuova iscritta! ho trovato il tuo blog partecipando al party dell'amicizia di foodandbeautypassion! se ti va di ricambiare passa sul mio! http://langolodibenny.blogspot.it

    RispondiElimina